L'AMCI piange la scomparsa del Card. Elio Sgreccia - Alleghiamo anche il Comunicato SIBCE

L'AMCI piange la scomparsa di Sua Eminenza il Cardinale Elio Sgreccia, da sempre legato alla nostra Associazione dei Medici Cattolici Italiani. E questo non solo per il comune interesse ai temi della morale e della Bioetica, non solo perché è stato una personalità di altissimo spessore culturale e morale, non solo perché ha partecipato da protagonista a molti  Convegni dell'AMCI, non solo perchè è stato il Vice Assistente Nazionale dell’AMCI, ma soprattutto perchè è stato un nostro amico: un amico dell'AMCI, ma anche per molti di noi.

Il Cardinal Sgreccia, che  avrebbe compiuto 91 anni proprio domani il 6 giugno, lascia un enorme vuoto nel mondo della Bioetica e della cultura cattolica, un vuoto che sarà molto difficile da colmare. E noi Medici Cattolici partecipiamo quindi al cordoglio del Santo Padre, del Collegio Cardinalizio, della comunità cristiana  ma anche di tutto il mondo della Bioetica cattolica e laica, per la scomparsa di uno dei più grandi ed indiscussi padri della Bioetica, come tutti hanno sempre  unanimemente riconosciuto; un imprescindibile punto di riferimento per tutti e  che ha saputo sempre difendere, con forza, con coraggio, con intelligenza e con  grande coerenza, la Vita e la dignità umana: dal concepimento fino al termine naturale.

Ecco perché, a nome del nostro Presidente Boscia, dell'Assistente Card. Menichelli, di tutto il Consiglio di Presidenza e dei nostri dirigenti ed iscritti, che ne piangono la scomparsa, desideriamo esprimere l'espressione più viva e più sincera del nostro cordoglio e del nostro affetto per il nostro carissimo don Elio!

per la Presidenza Nazionale AMCI

 


 

 SIBCE : Comunicato Stampa

La Società Italiana per la Bioetica e i Comitati Etici (SIBCE), nel triste momento della scomparsa del cardinale Elio Sgreccia, desidera esprimere vivissimo cordoglio e ricordarlo come suo eminente ed illuminato Socio Fondatore, con sentimenti di profonda stima ed ammirazione e s’inchina deferente e con gratitudine allo studioso, al maestro, all’uomo, al sacerdote che ha con  la ricchezza della sua fede e della sua  vita interiore, con la vivida intelligenza del ricercatore, costituito un fondamento e un riferimento cardine per la bioetica italiana, in Europa e nel mondo.

La Sibce si ispira alla cultura personalista di cui è stato propugnatore Elio Sgreccia, che limpidamente ha sostenuto ed aggiornato la posizione filosofico-razionale del personalismo ontologicamente fondato, che ha le sue radici in Agostino e Tommaso e poi in tempi più recenti si è sviluppato grazie alla riflessione filosofica di J. Maritain, E. Mounier, G. Marcel, E. Gilson, Edith Stein, J. Seifert, Paul Ricœur, L. Stefaninini, L. Pareyson,ecc. 

A tale filone di indirizzo filosofico e di ricerca la Sibce desidera essere fedele e ancor più con rinnovato impegno culturale e scientifico svolgere la sua attività nel ricordo e nella memoria dell’insigne maestro cardinale Elio Sgreccia.

 

 

 

5 giugno 2019                                Prof. Francesco Bellino    (Presidente SIBCE)

il  Consiglio direttivo

i Soci tutti

 

Convegno CEI a Caserta 13 maggio 2019 (con foto): High tech, I touch (a cura dell'AMCI) - Sessione su Medicina Solidale (a cura del Forum) e Tavola Rotonda sull'Ambiente

Presentazione e foto del Convegno curato dall'AMCI


 

L'AMCI a nome del Presidente Nazionale Filippo  Boscia, dell'Assistente Nazionale Card. Edoardo Menichelli e di tutto il consiglio di Presidenza  Nazionale è lieta di invitare tutti i propri iscritti a partecipare al Convegno Nazionale CEI che si terrà dal 13 al 16 maggio a Caserta, presso l’Hotel Centro congressi Golden Tulip Plaza.  e dal tema : Feriti dal dolore e toccati dalla Grazia  (troverete tutti i particolari nel sito apposito http://www.convegnosalute.it ).

In modo particolare segnaliamo la sezione a cura dell'AMCI HIGH TECH, I TOUCH: TOCCO UMANO E USO DELLE TECNOLOGIE  che si terrà il 13 maggio ore 9.00 - ore 13,00 e che vedrà impegnato il nostro Consiglio di Presidenza Nazionale. 

 

Nel pomeriggio (ore 15.00-18.00) si terrà una sessione :  sul tema dellaMEDICINA SOLIDALE - promosso dal Forum delle Associazioni socio sanitarie e presieduto daAldo Bova (vedi in allegato il comunicato ed il programma)

Sempre nel pomeriggio ci sarà anche una interessante Tavola Rotonda alla sala Leonardo da Vinci

 

Abitare il conflitto tra salute, economia e lavoro.
alla quale parteciperà anche  il Dott. Mario Ascolese – Presidente Regionale Associazione Italiana Medici Cattolici (AMCI Campania)

 

Lunedì 13 maggio 2019, dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Sala: NICCOLO’ COPERNICO

 

 PROGRAMMA DEL 13 MAGGIO ORE 9.00 - ORE 13.00


 

Le nuove frontiere della chirurgia robotica
Franco BalzarettiVice Presidente Nazionale per il Nord

 

La robotica assistiva (assistive robotics)
Stefano OjettiVice Presidente
Nazionale AMCI per il Centro

 

L’assistenza intensivistica alla nascita ai confini della vita
Filippo M. Boscia
Presidente Nazionale AMCI

 

La tecnologia biomedica: risorsa per la cura del paziente o strumento per dominare la morte?
Giuseppe BattimelliVice Presidente AMCI per il Sud

 

Approccio umano alla Medicina manuale
Vincenzo SaraceniSegretario
Nazionale AMCI

 

Tocco umano e il corpo trasferibile:la problematica dei trapianti d’organo
Santa Fizzarotti SelvaggiPsicologo-psicoterapeuta 

  

HIGH TECH, I TOUCH: TOCCO UMANO E USO DELLE TECNOLOGIE

Troverete tutti i particolari nell'apposito sito :  http://www.convegnosalute.it/

 

15-05 ORE 15.00 : INCONTRO SU MEDICINA SOLIDALE

Promosso dal Forum delle Associazioni sociosanitarie

Videoessaggio del Presidente Boscia - Marzo 2019

Siamo lieti di  pubblicare un videomessaggio del nostro Presidente Nazionale prof. Filippo Maria Boscia.

NB: per accedere al videomessaggio è sufficiente  cliccare il link di Youtube qui sotto allegato

https://www.youtube.com/watch?v=hIm42lGvpOA

AMCI (Sezione di Savona) : Aperto ambulatorio per poveri ed immigrati ed il XII Premio Cronin 2019

A SAVONA E’ STATO APERTO UN AMBULATORIO AMCI PER POVERI ED IMMIGRATI

 "Nel febbraio del 2018, a conclusione dell'Assemblea dei soci di una appena rinata sezione savonese dell'AMCI, si concordò fra il Presidente di sezione ed alcuni soci di dare un segno tangibile, molto più di quanto fatto in merito nei 61 di vita della stessa sezione fosse stato mai fatto, della nostra presenza nel campo del volontariato attivo, a favore degli "ultimi della classe", dei diseredati, dei "senza fissa dimora" del territorio savonese. Si pensò alla messa in funzione di uno spazio dedicato all'assistenza medica, ma anche psicologica o di mero ascolto che supportasse le carenze inevitabili dei servizi pubblici, pur meritori, in essere.

 Si coinvolse da subito l'Assistente Ecclesiastico, in quel momento il Vescovo di Savona, Mons. Gero Marino, che diede la Sua approvazione all'intento, pur all'interno di una certa perplessità circa la sua effettiva realizzazione. Poi ne parlammo, promuovendo una riunione tecnica allo scopo, con i vertici della Caritas Diocesana, capitanata dal Direttore Don Adolfo Macchioli. La Caritas nel nostro progetto doveva e deve rappresentare, in modo indispensabile, il riferimento fondamentale, segnalandoci i casi umani di cui occuparsi e spalleggiandoci in ogni aspetto organizzativo.

Il progetto presentato alla Caritas a fine febbraio 2018 prevedeva un nostro impegno settimanale (attraverso uno dei nostri soci a turno o anche tramite medici non necessariamente iscritti alla sezione), ogni mercoledì, in un arco orario dalle 16.30 alle 18.00, presso una sede disposta dalla Caritas che sia dotata delle caratteristiche di igiene e congruità adeguate all'utilizzo destinato.

Dopo circa due mesi di attesa di risposte chiare da parte della Caritas, in merito naturalmente alla sede e al personale che avevamo richiesto come necessario a sostegno durante quell'ora e mezza di servizio da parte nostra.

Mercoledì 23 maggio, presso una sede individuata all'interno del Seminario Vescovile, accontentati sui requisiti di cui sopra, si è svolta la prima ora e mezza di servizio, attraverso l'impegno di uno dei 20 soci volontari della sezione.                                                     

Mercoledì 30 maggio inaugurazione ufficiale della sede, alla presenza nella duplice veste del Vescovo di Savona ma anche nostro Assistente Ecclesiastico, di vari soci, dei vertici Caritas e di alcuni giornalisti di testate locali. Al riguardo è giusto segnalare il particolare interesse destato sulla stampa locale verso l'iniziativa AMCI, attraverso ampi reportages nei giorni precedenti e successivi alla stessa inaugurazione.

Da allora sono trascorsi più di otto mesi. Lasciando da parte la scaramanzia, non posso negare di quanto ci si possa oggi dichiarare soddisfatti per come tutto stia procedendo e in ogni aspetto. Dalla cura dello spazio dedicato in Seminario, alla cordialità e alla complicità dei collaboratori della Caritas e del Suo nuovo Presidente Dott. Alessandro Barabino, espresse nei nostri riguardi. 

I medici soci volontari al momento sono venti, esattamente come all'inizio, e questo è un ottimo segnale. Non ci sono state defezioni. In realtà il numero è maggiore se consideriamo anche alcuni specialisti (oculisti, dermatologi e odontoiatri soprattutto), anche non iscritti all'AMCI, che per particolari affezioni vengono coinvolti, saltuariamente, dal socio volontario di turno a prestare gratuitamente la propria consulenza.

Tutto allo stato appare funzionare regolarmente e una adeguata dose di flessibilità da parte di tutti rende più agevole l'organizzazione del servizio. Ad esempio in caso di non disponibilità per quel certo mercoledì da parte di un socio volontario, lo stesso si mette d'accordo per visitare il gruppo di pazienti in un altro giorno.     

Ogni settimana mediamente vengono valutati medicalmente, ma anche soprattutto ascoltati, 4 o 5 persone, gran parte sotto i trent'anni, quasi tutti profughi provenienti da regioni, le più svariate, dell'Africa. I pazienti in gran parte sono allocati e assistiti presso il Seminario Vescovile. Casi provenienti dal territorio savonese vengono condotti alla nostra osservazione nello spazio dedicato attraverso gli adepti Caritas. Le affezioni prevalenti sono di natura dermatologica, infettivologica e odontoiatrica.  Consistente anche il numero di problematiche nella sfera psichica" 

 


 

 

Amci Savona:  XII edizione del premio Cronin

 

Al via la XII edizione del premio Cronin, concorso letterario, rivolto agli iscritti (o ex iscritti) agli ordini provinciali dei medici chirurghi e degli odontoiatri.

 

L’iniziativa è promossa dalla sezione di Savona dell’Associazione dei medici cattolici italiani (Amci) presieduta dal dr. Marco Lovisetti, che in una nota diffusa informa:

 

“Da questa edizione, novità significativa, per quanto riguarda la sezione ‘narrativa’, oltre il tradizionale ‘premio narrativa 2019’ più le eventuali menzioni, si riconoscerà un premio speciale al testo, come recita il regolamento, ‘in cui i valori umani assumano singolare rilievo nell’ambito professionale’. Abbiamo ritenuto di intitolare detto riconoscimento ad una figura esemplare, di grande suggestione, come il medico, ma anche scrittore, ‘San Giuseppe Moscati’”.

 

Inoltre, prosegue l’Amci Savona, “abbiamo meglio definito il concetto di testo ‘inedito’, per le sezioni di narrativa e poesia, sostituendolo con la più idonea dizione ‘che non sia mai stato rappresentato’, per quanto riguarda la sezione teatro”.

 

La scadenza per l’invio di opere è fissata per il 20 agosto e la premiazione si terrà a Savona il 12 ottobre, dove vi sarà anche una rappresentazione teatrale a cura della “Compagnia cattivi maestri”.

 

Info: https://www.premiocronin.com

NB: abbiamo anche allegato la scheda di iscrizione e la documentazione